A prescindere da qualsiasi utilizzo faccia del tuo computer, i componenti del sistema sono comunque a rischio di surriscaldamento. Un surriscaldamento eccessivo a lungo termine può causare danni al tuo pc, costringendoti a recarti in centri di assistenza notebook o pc. Dunque, ecco dieci metodi per mantenere fresco il sistema.

Tenere il computer lontano da termosifoni e finestre.

Pensa dove è collocato il tuo computer: è in un luogo particolarmente caldo? Assicurati che il sistema non si trovi vicino a fonti di calore. Spesso, cambiare posto al computer, è sufficiente a evitarvi di richiedere riparazione portatili o desktop.

Dare al sistema spazio di areazione.

Osserva la posizione del computer e rimuovi eventuali ostacoli che ostruiscono la ventilazione. Per una migliore prestazione, lascia dai 5 ai 7 cm di spazio su tutti i lati. Il nostro centro di assistenza notebook e desktop consiglia di evitare di tenerli in ambienti ristretti e chiusi come un cassetto, aumenterà inevitabilmente il surriscaldamento.

Chiudere la scocca.

Il case o la scocca aperta non aiuta la regolazione delle temperature interne. Molti utenti e clienti del nostro centro di assistenza notebook pensano, sbagliando, il contrario. Una scocca chiusa aiuta il sistema a rimanere fresco poiché riduce l’impatto della polvere sulle ventole di raffreddamento. La polvere può causare il rallentamento delle ventole o l’interruzione del loro funzionamento.

Pulire le ventole.

La polvere e la sporcizia possono alterano il funzionamento delle ventole. Per questo, ogni tanto, bisogno procedere con la pulizia delle ventole. È sconsigliato utilizzare aspirapolveri perché l’elettricità statica che producono spesso causa più danni del calore. Utilizzate una bomboletta di aria compressa facilmente reperibile in un qualsiasi ferramenta.

Cambiare la ventola della CPU.

Il processore è il componente con il più alto rischio di surriscaldamento. La maggior parte delle CPU è preinstallata con ventole sulla parte inferiore progettate per raffreddare il processore quanto basta per mantenerlo in funzione e nient’altro. Per questo motivo, ti consigliamo di acquistare una ventola CPU migliore, che aiuta a raffreddarle meglio. Sia se si tratta di riparazione notebook o desktop.

Aggiungere una ventola nella scocca.

Dato che l’aumento delle prestazioni della memoria e delle schede grafiche generano molto calore, le ventole della scocca possono contribuire all’aumento della ventilazione dei componenti, applicandole sulla parte anteriore e posteriore del sistema. Molti clienti di Karmatech scelgono di installare due ventole sulla scocca, una per far entrare aria fredda nel PC e l’altra per far uscire aria calda. Se decidi di aggiungere queste ventole alla scocca, assicurati che i livelli di aspirazione e scarico corrispondano.

Aggiungere una ventola di raffreddamento della memoria.

Anche la memoria ha un alto rischio di surriscaldamento. Perciò, anch’essa dovrebbe avere una ventola per sé, per aiutare a mantenere basse le temperature (specialmente durante l’overclocking).

Controllare la ventola dell’alimentatore del sistema.

L’alimentatore di un PC ha una ventola integrata e, se non dispone di una ventola nella scocca, questo è l’unico elemento che spinge l’aria calda fuori dal sistema e se non funziona correttamente, il sistema si surriscalderà rapidamente. E necessiterete di riparazione notebook o desktop. Controllate la ventola dell’alimentatore e qualora non funzionasse correttamente, sostituitela.

Opta per un raffreddamento a liquido

Nei sistemi da gioco con CPU di fascia alta e componenti overclock, spesso le ventole più veloci non riescono a mantenere il sistema fresco. Per questo motivo, spesso sono sostituiti con kit di raffreddamento a liquido. In questi una pompa fa circolare il liquido fredda in basso verso la CPU in tubi autonomi, quindi lo pompa fuori dal sistema dove può essere raffreddata prima di tornare nella CPU per un ulteriore raffreddamento.

Non è difficile mantenere fresco il sistema e con pochi passaggi è possibile farlo funzionare in modo migliore. Agendo ora sul tuo sistema, risparmierai denaro e ne aumenterai la longevità. Per qualsiasi altra informazione o se hai bisogno di assistenza, visita il nostro blog sui PC o il nostro sito ufficiale.

Vi sarà sicuramente capitato di vedere la batteria del vostro smartphone scaricarsi troppo rapidamente, o di ricaricarsi in modo altrettanto rapido. Insomma, un andamento anomalo della percentuale della batteria. Per questo siamo qui oggi a fornirti assistenza cellulari e spiegarvi come calibrare la batteria.

Quanto detto prima, spesso accade anche quando la batteria non è eccessivamente vecchia. Ma se non siamo di fronte al normale segno di usura di questo strumento, come mai si manifesta questo strano comportamento? Stai tranquillo, non sei costretto a procedere con riparazione telefoni.

La risposta è semplice: quasi certamente la lettura della batteria è squilibrata e occorre calibrarla. Gli smartphone hanno un loro modo di leggere la carica di una batteria, misurando certi parametri. Tuttavia, per fare ciò hanno bisogno di conoscere il valore massimo e quello minimo, per avere dei valori di riferimento con cui orientarsi.

Perché le batterie diventano scalibrate?

Col passare del tempo, a causa dei cicli di carica e scarica, la lettura della batteria diventa sempre più imprecisa, perché il meccanismo della sua lettura perde i suoi punti di riferimento. Il risultato è che sul display appaiono valori non fedeli alla realtà e sembra che la batteria abbia consumi anomali. Progressiva diminuzione dell’accuratezza di lettura di una batteria nel tempo. In realtà la batteria non è rotta come pensano diversi utenti. Periodiche calibrazioni ripristinano l’affidabilità della lettura. E in più se sapete come fare, non c’è bisogno di recarsi in un centro assistenza cellulari.

Come calibrare una batteria

Una prima opzione è quella di recarsi in un centro assistenza cellulari. Questo vi garantirà un lavoro ad hoc. Altrimenti seguite la procedura sottostante.

La procedura è riferita alle batterie al litio presenti negli smartphone che vengano usate in modo continuo per lo più con cicli parziali di carica e scarica. Essenzialmente la calibrazione consiste in una ricarica completa, seguita da una successiva scarica e infine una seconda ricarica completa. In ognuno di questi passi si fornisce una “bandierina di riferimento” al dispositivo, che così ha modo di orientarsi per una lettura più affidabile.

Ecco la procedura completa:

  • Spegnere il dispositivo.
  • Collegare il caricabatterie al dispositivo e aspettare che si ricarichi completamente.
  • Prolungare la carica ancora qualche minuto oltre il 100%. Non fa male alla batteria restare in carica quando raggiunge il 100%. Garantiscono tutti i centri di assistenza cellulari. Per essere proprio certi che la batteria sia davvero carica controllate la temperatura del caricabatterie. Se è freddo allora non sta più fornendo energia al dispositivo.
  • Far scaricare la batteria fino a quando compare l’avviso che invita a ricaricare.
  • Ricaricare completamente la batteria fino al 100%.

In questo modo la batteria risulta calibrata correttamente. Con le ricariche e scariche così effettuate abbiamo impostato quei valori di riferimento con cui il dispositivo orienta la sua lettura.

Se i problemi continuano a verificarsi, è probabile che la batteria sia difettosa o si sia usurata a causa del tempo, di stress termici o cattive abitudini di caricamento. In tal caso potrebbe essere appropriato farla sostituire in un centro di assistenza cellulari.

Per altre informazioni puoi visitare il nostro sito o il nostro blog.

Le normative e gli standard dei vari produttori distinguono le varie categorie di caricatori. Questi vengono distinti tra: carica lenta, se è sopra i 9 V, carica normale tra 9 e 5 V, e carica veloce, se sotto i 5 V. Quale scegliere? Dipende, chiedi consiglio ad un centro di riparazione telefoni come Karmatech. Da un po’ di tempo, i caricatori possiedono il noto “fast charge”, ovvero la possibilità di ricaricare velocemente il tuo smartphone, alcuni passerebbero addirittura, dal 10% al 100% in un’ora.

Se un dispositivo utopico avesse una batteria da 10.000 mAh, e la collegassimo a un caricatore da 5 V, la batteria verrà caricata all’80% in circa 4 ore. Salvo circuiti e correnti parassite che rallentano il trasferimento. Un caricatore da 9 V impiegherebbe circa 12 ore e mezza per caricare la stessa batteria. Sapere questi dettagli sul funzionamento dei caricatori, è importante quando si vuole sostituire una batteria Apple.

Una batteria è un dispositivo chimico. Per questo l’assistenza cellulari non può ripararla, ma soltanto sostituirla. Essendo tale, fornendogli energia rapidamente, si riscalda e, riscaldandosi, si agita. Questa agitazione rende via via più difficile l’ulteriore trasferimento di energia. Dunque, bisogna aspettare che si raffreddi e continuare più lentamente. Il ciclo di ricarica veloce è dunque sempre parziale.

Meglio carica rapida o veloce?

Se ti stessi chiedendo se è meglio la carica della batteria lenta o veloce, sicuramente molto meglio la prima opzione. Anche perché, come ti abbiamo già spiegato nel nostro artico di assistenza cellulari sui consigli per allungare la vita alla batteria dello smartphone, la ricarica rapida danneggia la batteria. Il motivo è semplice: quest’ultima rischierebbe di surriscaldare il device.

Quindi, la carica rapida comporterà una possibile degradazione maggiore alla batteria di qualsiasi smartphone (Android o iOS) che sia. Di conseguenza, i componenti hardware rischierebbero un surriscaldamento e un danno più grosso.

Per evitare che il tuo smartphone possa diventare un fermacarte, ti suggeriamo, qualora dovessi utilizzare obbligatoriamente la fast charge, di farlo il meno possibile.

Quindi, i centri di assistenza cellulari consigliano di utilizzare la ricarica rapida solamente in caso di necessità (per esempio quando non hai tempo di aspettare che lo smartphone si ricarichi).La ricarica completa è più sana se fatta in modalità lenta. Per quelle occasionali con quella veloce.

Per quanto riguarda i costi, bene o male hanno circa lo stesso prezzo. Un caricatore lento di qualità costa tra i 20 e i 30 euro, mentre uno veloce di altrettanta qualità oscilla tra i 40 e i 50 euro.

Per oggi questo è tutto. Per altre informazioni puoi visitare il nostro sito web.

Quando si vuole comprare un cellulare nuovo spesso ci si imbatte in tecnici dei centri di assistenza cellulari checi riempiono la testa di paroloni. Ti sei mai chiesto, ad esempio, perché sono importanti il processore e la RAM? Nell’articolo che segue ti spiegheremo il perché.

L’importanza del processore e della RAM

Siamo la generazione dei social network, del digital marketing, eppure ci sono tante caratteristiche e specifiche del telefono che non conosciamo. Pur essendo tanto bravi nell’utilizzo quotidiano delle nuove tecnologie, siamo tanto impreparati quando si parla del funzionamento dei cellulari. Per questo esistono i centri di assistenza cellulari. E per questo ci rechiamo da loro anche per soltanto la riparazione del vetro iPhone.

Lo smartphone è oggi un valido compagno: ci supporta nelle ore lavorative e ci è utile per lo svago. È facile dunque capire come mai la scelta d’acquisto sia in questo caso percepita come delicata. Comprendere fino in fondo i meccanismi di uno smartphone, però, non è cosa semplice. Soprattutto se non l’avete studiato all’università. Oggi proveremo a capirne una parte.

Prima, però, ti invitiamo a visitare il nostro store online, che potrebbe tornarti utile durante l’acquisto.

Adesso torniamo a noi, e proviamo a capire l’importanza di RAM e processore.

RAM e processore: cosa sono

La RAM e il processore sono i due principali elementi da cui dipende la prestazione del cellulare. Entrambe le cose vanno sempre controllate al momento della scelta di uno smartphone. Da esse dipendono il buon funzionamento della fotocamera e delle applicazioni. Vediamole nel dettaglio.

Perché la RAM è importante

La RAM definisce spesso la qualità dello smartphone da analizzare. Proprio per questo essa è da considerare un dato utilissimo alla valutazione. Per dirla in parole povere, maggiore sarà la RAM e meno malfunzionamenti dovrai gestire durante il download o durante la gestione di un app. La RAM permette di tenere in memoria più app attive contemporaneamente. E logicamente, più ce n’è, più applicazioni possono essere attive e ognuna di loro funzionerà in modo più fluido. La nostra assistenza cellulari consigli di prendere smartphone con almeno 4 GB di RAM.

Perché il processore è importante

Dal processore di uno smartphone dipende la velocità di tutto lo smartphone. Un processore più potente garantisce maggiore velocità. Come si fa a capire la qualità di un processore? La valutazione non è poi così difficile: ricorda che più core ed Hertz avrà, maggiori saranno le prestazioni del tuo smartphone.

I processori Apple hanno 2 core e una frequenza di Hertz molto alta. Questo è un buon esempio di processore. Per questo gli iPhone sono dispositivi molto prestanti. Infatti, i centri di assistenza iPhone ricevono pochi telefoni con problemi di lentezza.

Questo è tutto. Per altre informazioni puoi rivolgerti ai nostri tecnici o visitare il nostro sito.

Computer portatili rigenerati possono essere un’ottima alternativa ai prodotti nuovi. Oggi ti faremo vedere per quali motivi un prodotto ricondizionato conviene più del nuovo.

Quando si parla di usato c’è sempre chi storce il naso pensando alla possibilità di acquistare un oggetto usurato e non funzionante. Ma le cose non sono sempre così. Soprattutto nell’Informatica.

Infatti, i pc ricondizionati non sono i soliti computer di seconda mano. piuttosto sono prodotti controllati ed eventualmente riparati dal venditore. Inoltre, spesso i computer portatili usati e poi ricondizionati provengono da aziende informatiche, o perché magari sono scaduti i tipici tre anni del leasing. Quindi è facile che quei computer siano perfettamente funzionanti e che fossero utilizzati in quelle aziende fino a pochi giorni prima che fossero dismessi.

Il processo di rigenerazione consiste nella riparazione, sostituzione e aggiornamento del dispositivo al fine di renderlo “pari al nuovo” e quindi confondibile con un dispositivo nuovo di fabbrica. Dopodiché tutti i pc ricondizionati vengono testati in ogni loro componente per assicurare all’utente un prodotto perfettamente funzionante. Una differenza dunque sostanziale con i computer portatili usati che vengono semplicemente ritirati e venduti nuovamente senza subire alcun trattamento.

Un altro punto per il ricondizionato: il prezzo di un pc ricondizionato. È possibile infatti risparmiare tra il 20% ed il 60% del prezzo di listino, potendo puntare ad una fascia di prestazioni maggiori rimanendo nel budget di spesa iniziale.  Ovviamente lo sconto varia a seconda del grado di ricondizionamento: due portatili ricondizionati identici possono avere prezzi differenti se uno di essi presenta dei difetti estetici. Ma teniamo a precisare che si parla solo di difetti estetici poiché i dispositivi rigenerati sono perfettamente funzionanti in tutto. E soprattutto le prestazioni sono praticamente pari al nuovo.

Pui acquistare un pc ricondizionato nel nostro store online. Per altre informazioni visita il nosro sito.

Recuperare dati da dispositivi o dischi di memoria danneggiati oggi è possibile grazie a società specializzate nel campo dell’informatica come Karmatech. Siamo affermati professionisti del settore grazie alle nostre competenze e ai nostri 15 anni di esperienza. Il tutto è accompagnato dall’attrezzatura adeguata e tecnici specializzati. Grazie a questo, recuperare i dati cancellati per sbaglio o danneggiati a seguito di una rottura interna salvando il vostro lavoro o i vostri contenuti più preziosi, diventa un lavoro possibile. Tuttavia, questo non è riservato solamente alla nostra assistenza cellulari, ma è estesa anche ai notebook e Mac.

Recuperare dati è un’operazione da non sottovalutare. Ogni file lascia una traccia all’interno della memoria anche se viene cancellato. Ma arrivare a queste tracce e recuperare il file, non è un’operazione che può essere eseguita seguendo qualche tutorial su YouTube. In rete esistono numerosi programmi che promettono il recupero di file cancellati o danneggiati. Spesso questi funzionano in modo non idoneo e potrebbe rovinare la traccia lasciata rendendo inutile il lavoro anche di un tecnico esperto. Per questo presentarsi in un centro di riparazione cellulari dopo aver smanettato col telefono, spesso diventa inutile.

Per cui è buona cosa, una volta certificato di aver perso i propri dati, di cercare una soluzione realistica al vostro problema. Il centro assistenza cellulari Karmatech, saprà darvi l’aiuto che cercate per venire incontro al vostro problema e trovare una soluzione efficace. Non importa quale sia il tipo di periferica coinvolta, che si tratti di un tablet, di uno smartphone, di una chiavetta Usb, o di un hard disk, i tecnici specializzati di Karmatech metteranno a disposizione la loro esperienza ultradecennale per recuperare i dati che avete perso e che volete riottenere.

Per farlo tecnici specializzati sfrutteranno strumentazioni all’avanguardia che gli utenti normali non hanno a casa.

L’importanza di affidarsi a professionisti sta nel fatto che questi vi forniranno assistenza cellulari evi seguiranno passo passo informandovi sullo stato dei lavori dandovi prospettive certe su quello che può essere recuperato o meno, anche dopo una formattazione, un attacco virus, l’azione di un hacker o un danno accidentale. L’esperienza ed il valore della strumentazione a disposizione rendono possibile il recupero di gran parte dei dati a patto che prima non si sia provato il fai da te.

Per altre informazioni ti invitiamo a visitare il nostro sito.

Conosciamo tutti Paypal, sappiamo tutti della sua grande affidabilità contro le frodi, la sua sicurezza e velocità, infatti è leader assoluto tra i servizi di pagamento digitale e trasferimento di denaro e non per altro oggigiorno viene utilizzato da milioni di persone in tutto il mondo.

Anche io sono tra quelle persone che lo utilizzano abitualmente, sentendomi rassicurato anche dal loro slogan: La protezione acquirenti Paypal ti protegge ad ogni costo. Tuttavia oggi non scrivo questo articolo per elogiarli.

Paypal la grande truffa

Il 15 ottobre 2019 sono stato vittima di una truffa. Quel giorno ho acquistato su internet materiale elettronico (componenti di pc e smartphone) necessari ai nostri laboratori di riparazione Karmatech. Tra i metodi di pagamento risultava esserci Paypal, che ho utilizzato come di consueto. Il sito era assolutamente legale ed in regola che si descrive così: “vantiamo anni di esperienza nel gestire relazioni commerciali con rivenditori online e teniamo sempre d’occhio i feedback che riceviamo dai nostri utenti”.

Dopo aver atteso diverse settimane non ricevetti ne quello che avevo ordinato, ne un riscontro da parte del venditore. Controllando lo stato della spedizione risultava sempre essere su “in spedizione”. Così, seguendo le indicazioni di Paypal, io e il mio staff stabilimmo di aprire una contestazione delle spese. Però, non ricevendo una risposta, decidemmo di metterci in contatto telefonico con loro. L’operatrice con cui parlammo ci riferì testuali parole: “Io vedo che il venditore ha spedito un pacco, ha pure inserito il codice per il tracking on-line, dunque l’acquisto è avvenuto regolarmente […] A noi basta che sia stato spedito qualcosa. Noi non facciamo controlli, non possiamo fare indagini su quello che viene spedito”. Infine ci riferì che una volta aperto una contestazione si riceve una risposta entro venti giorni. Siccome non avevamo atteso ancora quell’ammontare di giorni ci disse di aspettare ancora, e di richiamare per fare reclamo solamente dopo il ventesimo giorno.

Trascorsi i venti giorni richiamammo di nuovo per fare reclamo e richiedere un rimborso (perché evidentemente si trattava di una truffa). Gli operatori di Paypal ci risposero che non era più possibile effettuare un rimborso spese perché andava richiesto entro venti giorni dalla data di acquisto. Questa risposta ci fece indignare, perché sembrava di essere stati truffati non solo dal venditore, ma anche da Paypal stesso.

Dopo aver richiamato altre molteplici volte per protestare ci proposero di andare a fare una denuncia ai carabinieri e presentarla, perché era l’unico modo per riaprire la pratica. Facemmo così ma dopo aver atteso altri giorni ci diedero la stessa risposta: “Non è possibile effettuare un rimborso oltre venti giorni dalla data di acquisto”.

Dopo aver passato più di tre mesi a combattere contro di loro in questo modo ci arrendemmo, perché non volevano sentire ragioni.

Parliamo di un danno superiore a più di 4000 euro su Paypal e oltre 7000 euro sulla carta. Tuttavia la società della nostra carta di credito si è rivelata più anti frode della stessa Paypal, perché nel frattempo ci hanno restituito l’intero importo dell’acquisto che si è rivelato una truffa. È solo grazie a loro se non abbiamo subito tale perdita. Quello di Paypal invece è stato un comportamento che reputo ingannevole. Per di più si è nascosta dietro le strategie da call center per non effettuare rimborsi. Ad aggravare la situazione è il fatto che la loro unica sede legale si trova in Lussemburgo perciò è difficile perseguirla legalmente.

Ho sempre usato Paypal senza problemi, ma se questa è la protezione acquirenti di cui parlano allora dovrò cambiare metodo di pagamento, perché la loro è una protezione di pessima qualità.

I nostri store sono tra le attività che possono restare aperti come da DCPM codice 95.12.01 – riparazione e manutenzione di telefoni fissi, cordless e cellulari e codice 95.11 – riparazione e manutenzione Pc e periferiche.

È un periodo difficile per tutti, nel nostro piccolo cerchiamo di garantire continuità di comunicazione ed assistenza a chi ne ha bisogno. 

Siamo certi di potervi offrire continuità.

Siamo operativi rispettando le norme di sicurezza previste garantendo le norme igieniche e sanitarie previste sia in store, che presso casa vostra laddove i corrieri sono operativi.

Possiamo spedire prodotti in vendita, sia prenotare in ritiro e la consegna presto la vostra abitazione.

Dietro al nome Karmatech, però, c’è sempre una sola tipologia di volto: quello di persone profondamente innamorate del loro lavoro, che condividono la passione per la tecnologia e la ricerca costante dell’eccellenza e dell’innovazione, e che coltivano la capacità di stare al passo con il ritmo del nostro mondo per poterlo anticipare, anche solo di un attimo.

Un volto affidabile e sicuro, un volto che porta ogni giorno sui suoi lineamenti quello di un team capace di creare con le sue mani il mondo in cui ci muoveremo domani.

Smart working di successo con Karmatech

Karmatech passa dalla teoria alla pratica, vi guideremo con i benefici e le implicazioni normative annessi. L’emergenza legata allo stato di emergenza si sta diffondendo sempre più tra le aziende italiane. È bene chiedersi allora se le nostre aziende stiano considerando tutti gli elementi fondamentali nel modello di Smart Working.

Ogni progetto di Smart Working, infatti, per avere successo, richiede di considerare contemporaneamente competenze diverse in azienda e di agire in modo sistemico su diverse leve di progettazione.

Essenziale è la complementarietà tra soluzioni tecnologiche adottate, il ripensamento degli spazi e lo sviluppo di competenze e di una cultura aziendale orientata ai risultati.

Karmatech è pronta ad offrirvi tecnologie, competenze, cultura, le fondamenta alla base di ogni buona pratica di Smart Working.

Tecnologie

Analizzeremo la dotazione tecnologica disponibili per comprendere la fattibilità concreta del progetto e vi forniremo le tecnologie digitali atte ad agevolare e rendere possibile il vostro progetto.Costruiremo e amplieremo il vostro spazio di lavoro virtuale creando un digital workplace in cui comunicazione, collaborazione e socializzazione son indipendenti da orari e luoghi di lavoro. 

Competenze

Le tecnologie sono una condizione necessaria per svolgere il proprio lavoro da remoto, affinché questo avvenga in modo efficace agiremo sullo sviluppo di competenze digitali che siano trasversali rispetto al profilo professionale di ciascuno.  Svilupperemo competenze nelle vostre organizzazioni contribuendo a rendere il lavoro più smart, alla luce dell’impatto della digitalizzazione sui processi aziendali.

Cultura

E’ cresciuto esponenzialmente il numero di realtà che fanno Smart Working. L’esperienza delle aziende più mature mostra come la vera posta in palio sia l’affermarsi di un’organizzazione capace di generare autonomia e responsabilità nelle persone, riconoscerne il merito, sviluppare talenti e l’engagement verso l’innovazione e cambiamento.Che siate organizzazioni private o di grandi dimensioni vi aiuteremo a cambiare il vostro approccio di organizzazione del lavoro in questi tempi difficili ed in futuro.

Smart working di successo con Karmatech

Karmatech offre a tutti gli strumenti necessari allo smart working, tra cui:

  • MAC – PC e Server ricondizionati con sconto 40%
  • Servizi di accesso ai dati da remoto, VPN, condivisione dati
  • Sviluppo software e web
  • Piattaforme di videoconferenza e collaborazione remota
  • Assistenza tecnica 7/7

I nostri servizi vengono erogati da remoto e le merci inviate con corriere seguendo tutte le precauzioni imposte dal periodo.

Per qualsiasi informazioni siamo aperti 7/7 con orari lun-ven ore 9:30 – 20:00, sab 10:00-20:00 e dom 11:00-20:00 e raggiungibili qui:

Il mondo dei computer è cambiato con l’arrivo dei 2-in-1, e a causa di questi prodotti è cambiato il modo in cui usiamo un computer. Dove una volta servivano due oggetti diversi, il portatile e il tablet, oggi possiamo avere tutto in un unico, versatile dispositivo. 

L’universo di PC è cambiato con l’arrivo dei 2-in-1, grazie a questi prodotti è cambiato il modo in cui usiamo un computer. Dove una volta servivano due oggetti diversi, il portatile e il tablet, oggi possiamo avere tutto in un unico, versatile dispositivo. 

Con uno dei migliori 2-in-1 presi da questa lista potete affrontare una giornata di lavoro, e al momento giusto trasformarlo in un perfetto strumento di intrattenimento. E di sicuro trasformare il proprio notebook 2-in-1 quando è il momento di godersi una nuova puntata su Netflix è una cosa molto utile e piacevole.

I migliori 2-in-1 sul mercato si avvalgono dei  migliori processori e compaiono tra i migliori portatili del momento. Altri invece hanno dimensioni più compatte e sono perfetti per gli studenti. Dal momento che integrano un display touch, possono anche essere utilizzati con un pennino.

Molti dei portatili 2-in-1 attualmente sul mercato sono convertibili la tastiera infatti si ruota di 360 gradi, trasformando il computer in un tablet. Alcuni prodotti, però, funzionano in modo diverso: ad esempio, il bellissimo  Surface Book 2 ha una tastiera separabile e lo schermo Pixel – Sense display ad alta risoluzione sfrutta la forza magnetica per rimanere attaccato alla tastiera.

A prescindere dalla tecnologia usata per questa funzionalità, comunque, questi portatili flessibili solitamente sono compatibili con un pennino, anche se è sempre più difficile che questo sia incluso nella confezione. Per aiutarvi nella scelta,  abbiamo preso tutti i 2-in-1 che abbiamo recensito recentemente e ne abbiamo evidenziato i pro e i contro. 

I migliori laptop 2-in-1 secondo Karmatech

  1. HP Elite Dragonfly
  2. HP Spectre x360 15T (2019)
  3. Google Pixelbook
  4. Asus Chromebook Flip
  5. HP Spectre x360
  6. Dell XPS 15 2-in-1
  7. Microsoft Surface Book 2 (13-inch)
  8. Lenovo Yoga C930
  9. Microsoft Surface Book 2 (15-inch)
  10. HP Envy x360 13 (2019)